Come funziona un’ADA

Ogni Area di Accoppiamento, per essere progettata e realizzata, deve rispettare precisi requisiti:

Nelle tre ADA sono messi a disposizione fuchi di certificata origine razziale e frutto della migliore selezione degli apicoltori locali incaricati. Le analisi genetiche finalizzate ad attestare la corretta appartenenza razziale delle regine DPQ vengono svolte dal Dipartimento DIVAS dell’Università di Milano (UNIMI).

Anziché avvalersi dei metodi tradizionali basati sui valori morfometrici dell’ala anteriore destra e sulla pigmentazione del terzo tergite, UNIMI utilizza un avanzato pannello sviluppato in proprio che, analizzando 44.000 marcatori SNP, è capace di discriminare su base genomica l’appartenenza ai 5 tipi genetici maggiormente diffusi nel nostro paese (Ligustica, Carnica, Buckfast, Mellifera, Sicula).

A differenza di un Sito di Fecondazione Controllato, utilizzato unicamente per attività di miglioramento genetico e dunque popolato da fuchi di una singola linea maschile, l’ADA è popolata da fuchi di diverse linee genetiche in modo da garantire un accoppiamento in razza, ma con un adeguato spettro di variabilità nell’apporto paterno. I fuchi, prodotti da alveari specificamente gestiti per la produzione di maschi e originati a partire da madri selezionate per le migliori caratteristiche razziali e di performance, andranno a fecondare le regine vergini degli apicoltori aderenti.

Il servizio, collaudato in due anni di attività sperimentali, vede la partecipazione congiunta di diversi attori con specifici ruoli e responsabilità, definite in un apposito Regolamento adattato e declinato secondo le specifiche esigenze e circostanze che ogni ADA si trova a dover gestire.

      

Progetto finanziato dal Ministero dell'agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste

Contattaci
per maggiori informazioni

[contact-form-7 id="2637"]